La tua impresa ha vinto un bando? È il momento giusto per un Crowdbridge in lending crowdfunding

Blog di Crowdfunding

La tua impresa ha vinto un bando? È il momento giusto per un Crowdbridge in lending crowdfunding

Luglio 19, 2023 Lending Crowdfunding

Per un’impresa la disponibilità di risorse finanziarie non è solo una questione di quantità ma anche di tempismo. Se hai vinto un bando per ottenere fondi per un determinato progetto, sai quanto tempo potresti dover aspettare prima di vedere concretamente quelle risorse, ma sai anche che il tuo progetto non può aspettare. Le operazioni di Crowdbridge della divisione lending crowdfunding di Opstart nascono proprio per rispondere all’esigenza di avere i capitali che servono nel momento in cui servono.

Vincere un bando e raccogliere capitale con Crowdbridge: come funziona?

Abbiamo già parlato di finanza agevolata in passato: è sicuramente una grande opportunità di crescita per le imprese, perché permette di accedere a risorse finanziare da fonti diverse rispetto a quelle del credito tradizionale e della finanza alternativa, a volte anche a fondo perduto. Diversificare le fonti di credito è una strategia vincente, ma lo è anche integrarle attivamente tra di loro.

Un problema dei capitali legati ai bandi di finanza agevolata è che l’erogazione è soggetta a tempistiche di solito prestabilite, ma piuttosto lunghe, soprattutto quando c’è di mezzo la burocrazia della macchina pubblica (come accade nella maggior parte dei casi).

Alcuni progetti di business, però, sono molto sensibili al fattore tempo, e tenerli bloccati nell’attesa dei capitali può far aumentare i costi, far perdere competitività e occasioni, ritardare altri piani di sviluppo a cascata.

Crowdbridge è un’operazione di “finanziamento ponte”, come suggerisce il nome stesso, ideata per consentire di raccogliere capitale velocemente in lending crowdfunding alle imprese che sono in attesa di un futuro evento finanziario, come appunto l’erogazione dei fondi ottenuti tramite un bando. Con la campagna si può raccogliere subito il capitale atteso e mettere a terra i progetti di sviluppo.

La campagna di lending crowdfunding permette di raccogliere in tempi più brevi i capitali necessari e il prestito, maggiorato dei relativi interessi, verrà poi restituito con i capitali dell’evento finanziario certo del futuro. 

Per lanciare una campagna di Crowdbridge, è sufficiente presentare al portale la documentazione relativa all’impresa, ai suoi progetti di business, alle sue metriche e la documentazione necessaria per comprovare l’evento finanziario certo del futuro. Una volta superata la selezione del team di Crowdlender, non resta che iniziare a preparare il lancio dell’operazione.

Crowdbridge: i vantaggi

Il grande vantaggio del Crowdbridge per le imprese, come si è capito, è la possibilità di ottenere in tempi brevi liquidità subito disponibile in attesa dello svincolo di altri capitali. È una nuova applicazione dei vantaggi del lending crowdfunding, nato proprio come alternativa più rapida ed efficiente al prestito bancario, gravato da condizioni e trafile burocratiche.

Ma non è l’unico vantaggio: l’evento finanziario certo del futuro rappresenta una sicurezza in più per i potenziali investitori, quindi è più facile coinvolgerli nella campagna. In più una campagna di crowdfunding è sempre anche un’operazione di marketing, che va preparata entrando in comunicazione attiva e profonda con i potenziali investitori, perciò ha anche un ritorno in termini di visibilità, community e network di contatti.

Altri casi di finanziamento ponte

Il Crowdbridge non è utile soltanto per le imprese che hanno vinto un bando, infatti sono frequenti almeno altre due situazioni simili:

  • una società che sta conducendo con successo una campagna di equity crowdfunding (cioè ha superato la soglia inscindibile di raccolta) su Opstart e deve attendere la conclusione della campagna e lo svincolo dei capitali raccolti;
  • una società che ha ricevuto dei crediti fiscali e deve attenderne la riscossione (come è successo per esempio con il Superbonus 110% e con altri bonus basati su crediti fiscali).

In queste circostanze e in tutte le altre in cui un’impresa è in attesa di un evento finanziario certo e dimostrabile del futuro, Crowdbridge è l’alleato perfetto per non mettere in pausa i propri piani di business.

La tua impresa è perfetta per richiedere un finanziamento ponte in lending crowdfunding? Puoi candidarla sul nostro sito!

POTREBBE ANCHE PIACERTI

Cosa succede dopo: come il peer-to-peer lending ha davvero aiutato le imprese

Il peer-to-peer lending è uno strumento di finanziamento alternativo che ha aiutato molte imprese a crescere e sostenere i loro progetti, ma anche a farsi conoscere e a costruire...

Come iniziare a fare impresa: dall’idea al successo del tuo business

Un’impresa di successo nasce da una buona idea: spesso quando si raccontano queste storie si rievoca l’intuizione iniziale e poi si celebrano i traguardi ottenuti dal business....

Crowdfunding: la guida definitiva dalla A alla Z

Il termine crowdfunding nasce dall’unione delle parole inglesi crowd, che significa folla, e funding, che significa finanziare. In italiano, una traduzione appropriata è “finanziamento collettivo“,...

Euklis: la PMI innovativa che tutela la sicurezza delle persone

Euklis è una PMI innovativa specializzata in sicurezza, analisi video e intelligenza artificiale. Il suo obiettivo è garantire a tutte le persone i migliori standard di sicurezza sia in...