Fitness 2.0 con TAMBOO: quando la danza tribale diventa disciplina sportiva

Blog di Crowdfunding

Fitness 2.0 con TAMBOO: quando la danza tribale diventa disciplina sportiva

Aprile 11, 2023 Equity Crowdfunding

Abbiamo intervistato Simone Cacciamani, CEO e Co-founder di Tamboo, startup innovativa in raccolta equity crowdfunding su Opstart.

L’azienda ha creato e brevettato un attrezzo, il Tamboo, per una nuova disciplina fitness che combina lo sport alla musica e intende offrire uno strumento a basso costo per palestre e praticanti in modo da rendere la pratica sportiva più coinvolgente e divertente!

Come nasce Tamboo e con quale obiettivo primario?

L’idea nasce da un’intuizione della mia socia Valentina Pierandrei, professionista nel mondo della danza. Ha pensato di trasformare la danza tribale in un’originale disciplina di fitness unica nel suo genere e non presente nel panorama mondiale.

La società vuole fondere in un’unica lezione le ultime tendenze del fitness – come l’allenamento funzionale – con l’esercizio ad alta intensità e la coreografia semplice. Il tutto utilizzando un innovativo attrezzo appositamente progettato, il “Tamboo”, e le relative bacchette pensate per allenare correttamente il nostro corpo e migliorare il benessere psico-fisico. Il feedback delle palestre e di chi l’ha già provato è entusiasta! Il nostro obiettivo è quello di commercializzare la disciplina nelle palestre raggiungendo un 10% di mercato italiano in 5 anni e di proiettarci sui mercati europei.

Quali sono state le sfide e gli obiettivi raggiunti negli ultimi tempi?

Il progetto è nato alcuni anni fa e il suo sviluppo è stato inevitabilmente rallentato dalla pandemia. Nonostante quest’iniziale difficoltà, Tamboo ha colto l’occasione per predisporre importanti asset: marchio Tamboo® registrato, metodo Tamboo depositato SIAE e certificato Blockchain, brevetto del Tamboo, deposito del Design.

Abbiamo eseguito una significativa sperimentazione in più di 15 palestre con un feedback positivo vicino al 90%. Tamboo è stata costituita con 100.000€ di capitale sociale interamente versati sviluppando un progetto industriale e formando un team di professionisti al fine di realizzare il progetto finale.

Quali sono i punti di forza di Tamboo? Qual è l’innovazione?

È UNA DISCIPLINA INNOVATIVA: si tratta di una disciplina unica, completa e originale, che permette di allenarsi senza sentire la fatica ma soprattutto di divertirsi. L’idea è quella di fondere in un’unica lezione le ultime tendenze del fitness quali il lavoro funzionale, l’allenamento ad alta intensità e la coreografia semplice. Il Tamboo è uno strumento pensato per restituire il massimo delle vibrazioni al nostro corpo. La disciplina è stata validata con estremo successo e sono in sviluppo metodi derivati dalla versione base che andranno a soddisfare le esigenze di tutte le nature e fasce d’età.

LA PROPOSTA COMMERCIALE verso le palestre e gli istruttori è ritenuta assolutamente sostenibile e accessibile a tutte le strutture anche di piccole dimensioni. Con un investimento poco superiore a 2.500€ possono essere riempite le sale fitness facendo divertire le persone con potenziale aumento degli abbonati.

IL TAMBOO È BREVETTATO. È un nuovo attrezzo per il fitness ideato per eseguire un innovativo corso collettivo su base musicale. Grazie alla particolare forma e alle maniglie appositamente studiate e posizionate, è possibile fare in modo ottimale innumerevoli esercizi fisici anche tramite percussione. Le scelte progettuali adottate nello sviluppo dell’attrezzo sono per ora state finalizzate a minimizzazione gli investimenti necessari per la produzione, utilizzando processi produttivi semplici e facilmente replicabili. È un progetto scalabile dal punto di vista tecnologico che prevede il lancio di nuove versioni e funzionalità già ideate.

IL TEAM: professionisti e imprenditori hanno già deciso di investire nel nostro progetto formando un gruppo con esperienze eterogenee.

IL BUSINESS PLAN: è stato formulato rispettando i criteri di concretezza, chiarezza e soprattutto sulla base di stime estremamente prudenziali affidabili e attendibili derivanti da un’approfondita analisi di mercato e dalla rigorosa sperimentazione.

Come mai hai scelto l’equity crowdfunding? e come pensate di utilizzare il capitale raccolto?

La rigorosa sperimentazione eseguita ci ha resi consapevoli del valore del nostro progetto. Da qui l’idea di raccontare al mercato il Tamboo per raccogliere i finanziamenti necessari per completare lo sviluppo e la commercializzazione dello stesso.

In questa primo momento vogliamo passare dalla fase artigianale a quella industriale per un’ottimizzazione dei costi e dei tempi di produzione. Il progetto era stato pensato solo per una piccola area d’Italia al fine di validare e raffinare il modello di business ma ci stiamo già preparando per i passaggi successivi che rendono, di fatto, il Tamboo scalabile anche da un punto di vista finanziario. Il progetto ha già raccolto l’interesse di alcuni player internazionali che ci hanno già chiesto l’esclusiva per i loro paesi di appartenenza.

Ricapitolando: perché investire in Tamboo?

Tamboo è un progetto dall’alto potenziale di crescita. La rigorosa sperimentazione sta validando il modello di business che abbiamo adottato e siamo confidenti che raggiungeremo l’obiettivo previsto per quest’anno e gli anni a venire.  Per gli investitori tutto ciò significa una crescita potenziale del valore delle quote acquisite, per le palestre si traduce nell’opportunità di avere una disciplina innovativa che porterà loro visibilità e incremento degli abbonati. Inoltre, per le palestre abbiamo elaborato dei reward che uniscono i vantaggi economici dell’investimento alla possibilità di avere in anteprima tutto il necessario per avviare le lezioni senza pensare più a nulla per tre anni.

In ultimo, non per importanza, le persone che aderiscono al progetto hanno diritto al vantaggio fiscale in quanto startup innovativa.

Cosa consiglieresti ad altri imprenditori che vogliono avviare la loro impresa?

Mi occupo di ricerca e sviluppo prodotto da oltre 30 anni e da oltre venti sono un imprenditore nel settore dell’ingegneria industriale. La consapevolezza del valore del nostro progetto ci ha fatto capire che potevamo confrontarci con il mercato, uscire allo scoperto e iniziare ad esistere. Abbiamo così iniziato a raccontare il progetto a imprenditori, amici, clienti.

A chi volesse intraprendere il mio percorso posso di certo dire che serve una buona idea, un buon progetto, ma soprattutto un team di persone che possano mettere il cuore in quello che fanno.

POTREBBE ANCHE PIACERTI

Campagna di crowdfunding: quanto capitale serve per iniziare a investire?

Nell’ambito del crowdfunding come strumento finanziario, molti neofiti si chiedono quanto iniziare a investire. Questo dipende, anzitutto, dalla tipologia di crowdfunding in questione,...

L’equity crowdfunding di Petforce Srl per sostenere il benessere alimentare di cani e gatti

Petforce Srl è un’azienda specializzata nella distribuzione di cibo per cani e gatti e caratterizzata da un profondo amore e rispetto verso gli animali....

Comunicare le imprese innovative in crowdfunding: una chiacchierata su AI, podcast e comunicazione del futuro con Silvia Favulli di SCAI Comunicazione

Una buona strategia di comunicazione è tra le chiavi del successo per le imprese innovative in campagna...

Cosa succede dopo: come il peer-to-peer lending ha davvero aiutato le imprese

Il peer-to-peer lending è uno strumento di finanziamento alternativo che ha aiutato molte imprese a crescere e sostenere i loro progetti, ma anche a farsi conoscere e a costruire...