Cosa è l'Equity Crowdfunding
Equity Crowdfunding come investimento in Startup e PMI
Equity Crowdfunding

Equity Crowdfunding

COSA È L’EQUITY CROWDFUNDING

La crescente difficoltà di accesso al credito da parte delle PMI, ha contribuito allo sviluppo di un nuovo modello, l’Equity Crowdfunding. Il modello equity prevede un finanziamento sotto forma di capitale di rischio al fine di ottenere delle quote di partecipazione nella società.

In Italia, Consob ha emanato un apposito regolamento nel giugno 2013 che consente a chi ne abbia i requisiti e previa autorizzazione dello stesso organo di vigilanza, di gestire piattaforme di Equity Crowdfunding. Tali piattaforme possono pubblicare le offerte di sottoscrizione dell’investimento, a condizione che gli offerenti rientrino nelle seguenti categorie: Startup innovative, PMI innovative, OICR e società che investono prevalentemente in Startup o PMI innovative. Opstart è una di queste piattaforme.

Cosa devi sapere prima di investire

Scopri tutto in questa breve Guida all’Equity Crowdfunding

COSA È IL CROWDFUNDING

Il crowdfunding (dall’inglese crowd, folla e funding, finanziamento) o finanziamento collettivo in italiano, è un processo collaborativo di un gruppo di persone che utilizza il proprio denaro in comune per sostenere gli sforzi di persone e di organizzazioni. È una pratica di micro-finanziamento dal basso che mobilita persone e risorse; è il principale strumento alla base della finanza alternativa.

Consiste nell’utilizzare Internet per la raccolta di capitale da gruppi di persone con interessi comuni al fine di finanziare un progetto o un’iniziativa. Gli elementi che compongono questo fenomeno sono: lo scambio di informazioni (idee e progetti) e di capitali (funds) tra persone o gruppi di persone (crowd), attraverso strumenti informatici (social media, social network), in un ambiente virtuale (Internet).

Se, come concetto, la raccolta fondi online non rappresenta una grossa novità, la principale innovazione portata dal crowdfunding è rappresentata dal modo con il quale vengono utilizzati gli strumenti informatici disponibili oggi. La capacità delle piattaforme di crowdfunding di coinvolgere ed emozionare un vasto numero di persone costituisce l’elemento essenziale per promuovere un finanziamento di successo.

QUALI SONO I TIPI DI CROWDFUNDING

L’evoluzione del crowdfunding ha portato all’affermarsi di quattro modelli:

Donation Crowdfunding

DONATION: il modello donation crowdfunding è largamente utilizzato da enti ed organizzazioni no-profit che si rivolgono alle folle affinché queste sostengano economicamente una causa sociale, etica o filantropica. Il donatore in tal caso non ottiene alcuna ricompensa materiale dal sostegno alla causa.

 

Reward Crowdfunding

REWARD: si tratta del modello maggiormente diffuso, in Italia e nel mondo, grazie alla sua capacità di remunerare, seppure in maniera simbolica, il supporter con ricompense emozionali o materiali normalmente di valore inferiore alla donazione. La declinazione di questo modello in settori fortemente creativi e sperimentali ha portato alla pratica del pre-selling. Il promotore di un progetto potrà rivolgersi alle folle per ottenere il supporto finanziario necessario allo sviluppo, progettazione e produzione di un nuovo bene e/o servizio, offrendo come ricompensa il prodotto stesso ad un prezzo inferiore rispetto al futuro prezzo di lancio.

 

Lending Crowdfunding

LENDING: l’evoluzione del crowdfunding ha portato anche alla nascita del prestito tra privati, anche definito peer to peer. Si tratta di un modello che consente a privati risparmiatori di prestarsi risorse monetarie a tassi di impiego ed utilizzo agevolati, senza dunque il ricorso ad intermediari tradizionali come le banche.

 

Equity Crowdfunding

EQUITY: l’ultima frontiera in materia di crowdfunding è la declinazione delle logiche del finanziamento dal basso al capitale d’impresa. Nel modello Equity Crowdfunding, le Startup e le PMI innovative, potranno rivolgersi alle folle per ottenere i capitali necessari all’avvio della loro attività imprenditoriale. In tal caso il sostenitore-finanziatore acquisisce titoli partecipativi al capitale d’impresa.

 

Fonte: italiancrowdfunding.it

 

Leggi anche:

STARTUP INNOVATIVE: REQUISITI E CONTENUTI

PMI INNOVATIVE: REQUISITI E CONTENUTI

HOLDING: DEFINIZIONE E VANTAGGI PER L’INVESTITORE

OICR: DEFINIZIONE E VANTAGGI PER L’INVESTITORE

NORMATIVA E REGOLAMENTO CONSOB

  
Richiedi Informazioni

Email (*)

Messaggio