Ispare | Opstart.it, Equity Crowdfunding

Ispare


GUARDA IL NOSTRO VIDEO

CONDIVIDI QUESTO PROGETTO:

 CAPITALE RACCOLTO
3.000,00
minimo
135.000,00 €
2%
massimo
240.000,00 €

 OBIETTIVO 
135.000,00
 SCADENZA
0 GIORNI

Alberto Mutti ( Ispare Srl )
Alberto Mutti ( Ispare Srl )

 QUOTA MINIMA SOTTOSCRIVIBILE: € 250,00
 QUOTA MASSIMA SOTTOSCRIVIBILE DA INVESTITORI RETAIL E CORPORATE ( PERSONE FISICHE E GIURIDICHE) NON PROFESSIONALI: € 228.000,00
 QUOTA RISERVATA A INVESTITORI PROFESSIONALI  : 5% del capitale raccolto con un minimo di € 12.000,00 in caso di raggiungimento del target 2
 TIPOLOGIA DI QUOTE OFFERTE  : Tipo “A” per sottoscrizioni ≥ € 10.000,00 Tipo “B” per sottoscrizioni < € 10.000,00
 VALORE PRE MONEY DELL'AZIENDA  : € 2.000.000,00
 BENEFICI FISCALI: 30% ( aumentato al 40% per l' anno 2019, previa approvazione della legge di bilancio 2019 da parte della Commissione Europea) sul capitale investito
 % QUOTA SOCIETARIA CEDUTA  : min 6,32% in caso di raggiungimento del target 1, max 10,71% in caso di raggiungimento del target 2
 PRINCIPALI CLAUSOLE STATUTARIE A TUTELA DEGLI INVESTITORI: - Diritto di recesso - Diritto di co-vendita senza limiti temporali (tag alone)

BUSINESS IDEA

iSpare è una piattaforma web innovativa pensata per consentire alle officine di riparazione auto di sfruttare le opportunità rese disponibili dalle più recenti tecnologie web based, concentrandosi sul proprio lavoro e migliorando la redditività e la produttività, con la garanzia della più vasta gamma di marchi disponibili sul mercato dei ricambi aftermarket. iSpare offre ai Clienti autoriparatori professionali un’ampia scelta unita a un processo facile e intuitivo per l’acquisto di ricambi auto online a prezzi altamente competitivi, con consegna diretta giornaliera presso le officine. iSpare offre ai suoi Clienti un database professionale sempre aggiornato, possibilità di accedere alla piattaforma 24/7, gestione autonoma dei principali processi, che rende semplice e rapida la ricerca dei codici prodotto e l’esecuzione dell’ordine, con grandi risparmio di tempo e di prezzo, rispettando le esigenze di consegna tempestiva delle imprese di autoriparazione.  

INNOVAZIONE

La portata innovativa di iSpare si concentra sull’eliminazione di alcuni aspetti tradizionali del processo di acquisto ricambi: supporto telefonico, servizio al banco, tempi di attesa presso il POS e tempi di percorrenza. A questo si aggiunge l’ottimizzazione di altri aspetti chiave, quali il numero di consegne, le condizioni di pagamento, il tempo speso per la ricerca del codice. Il fulcro è lo spostamento del controllo a favore dell’utente professionale, così come avvenuto in altri campi (banche, assicurazioni, retail, musica, libri, ecc.) in cui è l’utente a fare parte del lavoro del fornitore di prodotti e servizi. La maggiore disponibilità di merce in termini di gamma, marchi e numero codici, insieme alla messa a disposizione di un catalogo sulla piattaforma web che viene aggiornato costantemente con una grande quantità di informazioni (codici sostituiti, codici OES e alternativi, prezzi di listino) e la ricerca tramite targa/VIN completano la curva del valore generata da iSpare, che si coniuga a una proposta economica molto vantaggiosa che si traduce in un risparmio medio sugli acquisti dal 10% al 25%  

SCENARIO DI MERCATO

In Italia il giro d’affari annuo dai negozi al dettaglio verso le officine generiche è pari a circa 2,8 mld€. Il valore totale dell’industria dell’autoriparazione italiana è di circa 16 miliardi di Euro. A questi vanno aggiunti circa 10 miliardi di valore della manodopera. I 16 mld€ sono suddivisi in poco più di 9mld€ per le parti meccaniche e circa 7mld€ per la carrozzeria. Un’ulteriore suddivisione è rappresentata dalla rete indipendente rispetto alle concessionarie delle case auto: ovviamente quanto più l’auto è nuova, tanto maggiore è il ricorso alla rete “ufficiale”. Secondo le stime GIPA il mercato indipendente pesa per circa il 60% del totale, con distinzioni anche significative a seconda dei prodotti interessati. Si ricava dunque un giro d’affari per il mercato indipendente pari a 5,5 mld€, calcolati sul prezzo di listino pagato dal consumatore finale. Nonostante il calo delle vendite dei veicoli nuovi durante gli anni della prolungata crisi economica, l’industria dei ricambi aftermarket gode di ottima salute, essendo di per sé anticiclica rispetto all’andamento delle immatricolazioni. Il mancato riciclo del parco mezzi cosidetto “circolante”, ha favorito l’invecchiamento dello stesso, che è passato da un’età media dei veicoli di circa 6 anni nel 2006 a circa 8 anni nel 2017 (fonte ANFIA). Nello stesso periodo le officine autorizzate delle grandi case automobilistiche, hanno vissuto una fase di contrazione che ha portato il 30% di questa a diventare autofficine indipendenti, in quanto da un lato gli utenti preferisco utilizzare officine indipendenti che offrono la stessa se non migliore qualità di servizio a costi inferiori, non dovendo sottostare ai vincoli imposti dalle case costruttrici sugli acquisti dei ricambi. La tendenza al ribasso, confermata anche dalle previsioni per il futuro, crea maggiori opportunità per il mercato indipendente, favorito dalla necessità di mantenere un parco circolante più vetusto che presta sempre più attenzione all’elemento economico legato alla manutenzione del veicolo. Investendo in

ROADMAP

Operativa dal luglio 2017, iSpare ha chiuso i primi mesi di attività con circa €46K di fatturato e 35 clienti registrati. Nel 2018, sempre nella sola Lombardia, ha sviluppato un giro d’affari di €227K con oltre 100 clienti registrati, con un solido vantaggio di prezzo rispetto all’acquisto degli stessi prodotti presso fornitori tradizionali. Grazie alla conclusione di un importante accordo di collaborazione che vedrà l’inserimento nel mese di febbraio di 2 figure commerciali , che gestiscono da 20 anni un proprio parco clienti officine, il cui valore è stato stimato in un fatturato di c.a. € 1,0M per il solo anno 2019. Tale accordo contribuirà a confermare i numeri indicati nel BP, redatto ipotizzando l’inizio degli investimenti legati all’utilizzo dei capitali raccolti con la campagna di Equity Crowdfunding, il cui accesso ai fondi avverrà non prima della fine di Marzo 2019.  

PERCHE’ INVESTIRE

La filiera distributiva dei ricambi automotive è lunga e presenta inefficienze, che incidono su tempi e costi   Attualmente l’autoriparatore indipendente si rivolge al proprio fornitore abituale di parti di ricambio, il negoziante al dettaglio, coinvolgendolo telefonicamente o personalmente (presenza fisica nel POS) nella ricerca del codice prodotto. Questo sistema crea inefficienze nell’utilizzo delle risorse umane e nei tempi dedicati ad attività preliminari rispetto alle attività chiave, sia del negoziante sia dell’autofficina. Inoltre la crescente tendenza alla riduzione delle scorte di magazzino da parte dei negozi di ricambi, unita al livello di servizio da parte dei grossisti, con consegne almeno due volte al giorno su tutto il territorio, crea spesso la necessità di attendere la consegna da parte dei distributori all’ingrosso presso il POS di riferimento per soddisfare le richieste delle autofficine. iSpare permette di snellire la filiera, proponendo una soluzione tecnologica atta a facilitare i processi e garantendo maggiori vantaggi all’autoriparatore Grazie a iSpare l’autoriparatore può gestire autonomamente l’acquisto dei pezzi di ricambio, intervenendo in maniera agile e veloce già in fase di scelta a catalogo e processo d’ordine, a prezzi più convenienti e in minor tempo.

IMPIEGO DEI FONDI

Le attività da implementare si concentrano in tre aree: commerciale, marketing e IT. Nel caso di raggiungimento del solo primo obiettivo della campagna di raccolta di € 135.000,00, gli investimenti si concentreranno sul potenziamento della rete  commerciale con l’inserimento di una o due ulteriori figure commerciali, rispetto a quelle attualmente impiegate (vds sezione RoadMap) con esperienza nel settore, che promuoveranno presso le officine indipendenti il servizio di iSpare con l’obiettivo di acquisire nuovi clienti. A questo si aggiungerà la partecipazione alla Fiera Autopromotec di Bologna a maggio 2019. Se i capitali raccolti supereranno la soglia minima di € 135.000,00 verranno effettuati investimenti IT per sviluppare una soluzione proprietaria al fine di migliorare ulteriormente la user experience dell’interfaccia utente officina, partendo dall’e-commerce B2B per poi passare al gestionale ERP.

PROFIT STRATEGY:

La way out che porterà ad una exit strategy con rivalutazione per multipli dell’investimento è ipotizzata secondo una precisa road map, basata sul raggiungimento degli obiettivi prefissati da business plan per le fasi di sviluppo e crescita dell’azienda:
  • A: Round 2, in Equity Crowdfunding a premoney crescente;
  • B: Round A, con Venture Capital e/o aziende corporate che investono in ottica Open Innovation;
  • C: M&A di aziende minori / fornitori che operano nel settore ;
  • D: M&A da parte di aziende Corporate che avranno investito in iSpare nel vari round di raccolta.
  • Il settore automotive nel comparto aftermarket è molto attivo e attrattivo per fondi internazionali o imprese industriali attive nel settore (LKQ, AAG ad esempio). Rhiag, il maggiore attore italiano, è già passato diverse volte di mano. Anche big player Internet possono rappresentare un’opportunità.

CONTATTI

Per ogni eventuale informazione potete contattare il CEO di ispare Alberto Mutti:

CONDIVIDI QUESTO PROGETTO:
Alberto Mutti
arrow

Alberto Mutti

CEO
close
info:
Esperienza ultra decennale come socio e direttore commerciale in azienda di distribuzione ricambi a livello nazionale con fatturato >€32M, da cui esce nel 2009.
Sara Della Mea
arrow

Sara Della Mea

CMO
close
info:
Esperta in marketing, pubblicità e comunicazione, gestione di clienti complessi, sviluppo campagne ATL, BTL, B2C & B2B con particolare focus su strumenti di digital marketing.
Giancarlo Formaro
arrow

Giancarlo Formaro

CTO
close
info:
Esperienza di quindici anni nella gestione di progetti complessi (€20M-€500M) e di società di sviluppo in qualità di Project Manager, Asset Manager e Consigliere.
  
Richiedi Informazioni

Email (*)

Telefono

Messaggio

Logo Opstart Crowdfunding

Se vuoi rimanere informato sulle nostre attività, iscriviti alla nostra Newsletter

"Cliccando Conferma, dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy pubblicata al link e dichiaro altresì di prestare consenso - ex art. 7 Reg.to UE 679/2016 - al trattamento dei miei dati personali per le finalità, ivi specificate, inerenti ad attività di marketing, pubblicitarie o promozionali quali, nello specifico, l'invio di newsletter informative da parte di Opstart S.r.l."

1
×
Ciao, come posso esserti utile? Clicca il simbolo di WhatsApp per aprire la chat.