WORLDZ – La startup che fa fruttare il tempo passato sui social | Opstart.it, Equity Crowdfunding
08 febbraio 2018
WORLDZ – La startup che fa fruttare il tempo passato sui social

influencer.jpgSiamo tutti un po’ influencer. Già con il passaparola, i consigli e le nostre attività sui social media orientiamo i consumi  e le scelte dei nostri amici. Ma perché non monetizzare questa attività? Non con i contratti da migliaia di euro accessibili solo alle top star, ma con sconti proprio sui prodotti e servizi su cui compiono la propria attività di influencing, condividendoli su Facebook. È proprio questo l’obiettivo della startup italiana Worldz, che ha messo a punto un software che offre ai visitatori di un sito  di ottenere sconti personalizzati grazie ad una condivisione su Facebook, aumentando e ottimizzando il traffico sui portali che lo utilizzano. Il sistema è semplice: un utente naviga su un sito di e-commerce o di un’attività e, se decide di condividere la sua esperienza con un post su Facebook, riceve uno sconto su un acquisto online o un coupon da sfruttare per un acquisto fisico. L’algoritmo alla base di Worldz calcola il valore dello sconto in base alla popolarità su Facebook dell’acquirente e quindi alla sua capacità di generare brand awareness su un prodotto, portale o servizio.

Joshua-Priore-Founder.jpg«L’idea è nata quando, uscito dall’accademia aeronautica, mi sono accorto della rivoluzione di social media e smartphone, da cui ero rimasto tagliato fuori», spiega Joshua Priore, fondatore e numero uno di Worldz «ho iniziato a pensare a un modo per rendere produttive tutte quelle ore passate dai miei amici a condividere e visualizzare sui social».

Questa condivisione costante crea naturalmente “brand awareness” per marchi e attività, e del tipo più prezioso, dato che si realizza non con una pubblicità generica, ma attraverso l’esperienza cliente degli amici, che viene condivisa. Di qui la scelta di limitare il proprio perimetro al solo Facebook, dove il presupposto è la conoscenza diretta e la prossimità tra le persone, che permettono di ottenere il risultato migliore nel caso dei portali e delle attività medio piccole sponsorizzate da Worldz. La capacità di generare traffico e contatti per siti che altrimenti avrebbero una limitata visibilità è un servizio sempre più fondamentale nell’economia digitalizzata, anche per business fisici come ad esempio ristoranti o servizi estetici.  Il modello di Worldz è infatti completamente B2B e si basa sulla vendita del servizio in abbonamento alle società che cerca una spinta aggiuntiva alla visibilità (e di conseguenza al fatturato) dei loro siti e del loro e-commerce.

logoWorldz.jpgLe proiezioni dell’agenzia americana Mediakix vedono il mercato dei social influencer arrivare ad una cifra vicina ai 10 miliardi di dollari nel 2020. La maggior parte delle stime sul settore tiene in in considerazione però solo i grandi influencer. Per stessa ammissione di chi ha realizzato la ricerca, il fenomeno del micro-influencing (dai 50 dollari per post in giù) è ancora poco sviluppato e sistematizzato, e valutarne le potenzialità su scala futura è ancora più complesso.

Worldz non punta però solo sulla condivisione sul social influencing, ma ne fa il primo tassello di un prodotto a 360 gradi per siti e portali e-commerce. Il servizio nel corso del tempo si è però evoluto oltre al semplice principio del social sharing. La soluzione offerta oggi da Worldz non è però più limitata alla funzione del social sharing, ma permette ai gestori del portale cliente di avere un servizio per recuperare traffico che altrimenti andrebbe perso, veicolandolo di nuovo verso la piattaforma.  Portare il cliente sul sito non è l’unico elemento dell’attività di Worldz, che permette anche di trattenerlo, aumentando le possibilità di fargli concludere un acquisto e generare così fatturato e nuove condivisioni. «Un cliente medio, ovvero un sito da 10 mila utenti al mese», riferisce Joshura Priore, «ha visto il suo fatturato e-commerce aumentare anche del 40%, un altro 10% ‘recuperato’, e la sua presenza social spiccare un balzo incrementale di oltre il 3300%». Questi servizi aggiuntivi puntano a catturare l’attenzione degli utenti che navigano sui siti web che utilizzano Worldz, attraverso Label laterali e Overlay comportamentali, popup che compaiono a seconda di specifiche azioni dell’utente. «L’efficacia del nostro servizio e degli algoritmi su cui si basa è sempre maggiore», spiega il fondatore, «la soglia minima critica di utenti sui portali per ottenere il risultato migliore è sempre più bassa».

opstart_ridotto.jpgPer accelerare al massimo il processo di sviluppo, la società ha lanciato una raccolta equity crowdfunding sul portale Opstart. La raccolta ha un target minimo ambizioso: 150 mila euro, di cui oltre 33 mila sono già stati sottoscritti in meno di 10 giorni di raccolta. La prima destinazione delle risorse raccolte con la raccolta equity crowdfunding sarà il marketing, seguito dalla ricerca e sviluppo per migliorare sempre di più la piattaforma e, infine, nella rete di vendita, per allargare la platea dei portali che utilizzano i servizi di Worldz.

www.websim.it

The post WORLDZ – La startup che fa fruttare il tempo passato sui social appeared first on Websim Action.

  
Richiedi Informazioni

Email (*)

Telefono

Messaggio

Logo Opstart Crowdfunding

Se vuoi rimanere informato sulle nostre attività, iscriviti alla nostra Newsletter

"Cliccando Conferma, dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy pubblicata al link e dichiaro altresì di prestare consenso - ex art. 7 Reg.to UE 679/2016 - al trattamento dei miei dati personali per le finalità, ivi specificate, inerenti ad attività di marketing, pubblicitarie o promozionali quali, nello specifico, l'invio di newsletter informative da parte di Opstart S.r.l."

  •   Worldz: dopo l’accordo con Breil, la startup avvia il II round di raccolta. Investi nell’unico software al mondo che consente agli utenti di poter acquistare prodotti utilizzando la propria popolarità su Facebook! Puoi scegliere il regime alternativo art. 100ter TUF! -  CAPITALE RACCOLTO:102%  
  •   QuVi: OC Lab Srl è stata selezionata tra le startup che rappresenteranno l'Italia al Consumer Electronics Show 2019 a Las Vegas, una tra le più importanti fiere internazionali sull'elettronica di consumo. Investi ora nell’innovativo proiettore olografico, anche con regime alternativo di intestazione delle quote! -  CAPITALE RACCOLTO:12%  
  •   Equiticket: manca poco al raggiungimento del I target. Diventa socio del primo portale contro il secondary ticketing! Anche usufruendo del regime alternativo art. 100ter TUF! -  CAPITALE RACCOLTO:105%  
  •   Criptoming:  dopo pochi giorni la startup raggiunge il I target! investi anche tu nel futuro delle criptovalute. Puoi scegliere il regime alternativo art. 100ter TUF! -  CAPITALE RACCOLTO:106%  
1
×
Ciao, come posso esserti utile? Clicca il simbolo di WhatsApp per aprire la chat.