30 maggio 2018
Brandorbi – La startup che fa business per i marchi sul passaparola

Brandorbi ha realizzato un market place che mette in contatto le società con gli utenti più influenti e disponibili a promuovere, professionalmente, brand e i prodotti preferiti…

Lo sviluppo della comunicazione digitale ha cambiato non solo le relazioni personali, ma anche il modo di fare marketing da parte delle imprese.

Per diffondere la brand awareness e generare advocacy, ovvero la consapevolezza ed empatia verso il marchio da parte dei potenziali consumatori, le imprese utilizzano sempre di più i canali alternativi (internet e social network) rispetto a quelli tradizionali.

In tal modo spesso si rivolgono, attraverso una rete di influencer, proprio a coloro che sono interessati ad acquistare i prodotti.
 
Le ultime cifre di mercato parlano chiaro: secondo una ricerca condotta da eMarketer, il settore dell’influencer marketing l’anno scorso ha movimentato, solo su Instagram, ben 570 milioni di dollari.

Hub, società attiva nel settore e quotata al Nyse, ha conseguito, come dimostra il grafico, un elevato successo in Borsa.

Gli studi indicano che l’investimento in brand advocacy può rendere il doppio rispetto ai comuni annunci pubblicitari.

Nell’ambito dell’economia digitale operano diverse piccole medie-imprese innovative. Una di queste è Brandorbi, la startup che ha ideato una piattaforma in grado di far incontrare le aziende con chi desidera organizzare, a titolo privato o professionale, delle serate dedicate al marchio dell’impresa.

Grazie alla piattaforma Brandorbi, che attualmente muove una community di 30 mila utenti, è possibile mettere a punto delle strategie di marketing innovative, ma nello stesso tempo basate sul rapporto umano fra utenti.

In questo modo, le imprese possono risparmiare sui costi, talvolta esosi, collegati ai comuni canali pubblicitari e all’organizzazione degli eventi fieristici.

Brandorbi mette a disposizione delle imprese una via veloce per incontrare chi desidera organizzare un evento dedicato al marchio coinvolgendo anche la propria rete di conoscenze.

Il metodo più tradizionale ed efficace per fare business, ovvero il passaparola, viene associato alle moderne tecnologie, come i social network (che possono essere utilizzati sia per comunicare l’evento, sia per ampliare il network) e quindi notevolmente potenziato.

Brandorbi punta a diventare un operatore di riferimento, un player consolidato nell’ambito della sharing economy ed un nuovo media nella comunicazione.   Per estendere il proprio business, la startup ha avviato, sul portale Opstart.it una campagna di equity crowdfunding, che inizierà oggi e ha come obiettivo massimo la cifra di 295 mila euro.

Ma, nello specifico, come agisce Brandorbi?

Il primo aspetto riguarda l’arruolamento di coloro che intendono promuovere i prodotti delle imprese. La scelta dei futuri organizzatori non è casuale, ma viene effettuata attraverso un vero e proprio processo di selezione, che inizia con la pubblicazione di annunci.  “Proprio perché ci basiamo sul tradizionale ed efficace sistema del passaparola, gli organizzatori degli eventi sono solo persone fisiche. Grazie alla nostra piattaforma, il consumatore può diventare brand influencer…”, continua Gianluca Sansone.

Prima di cominciare, gli organizzatori intraprendono un vero e proprio percorso di formazione; in questo modo, ci si assicura che l’attività di marketing sia davvero efficace.

Quali sono, in concreto, i vantaggi per le aziende e per gli utenti che si iscrivono a Brandorbi?

Le imprese possono disporre di persone selezionate, che mettono a disposizione la propria rete di conoscenze e una location adeguata.

Possono anche monitorare l’efficacia e la congruità dell’evento organizzato rispetto ai propri obiettivi di marketing; a questo fine, un referente aziendale presenzia allo svolgimento dalla serata.

Per quanto riguarda gli organizzatori, i vantaggi sono sia sociali che monetari. Questa attività permette di consolidare e migliorare la propria rete di conoscenze relazionandosi con coloro che hanno gli stessi gusti commerciali.

Brandorbi , a differenza degli altri competitor che offrono solo coupon e sconti, garantisce un effettivo compenso monetario. Grazie alla piattaforma è possibile “monetizzare in maniera semplice e anche divertente le proprie passioni e i propri interessi”.

www.websim.it
www.websimaction.it

 

The post Brandorbi – La startup che fa business per i marchi sul passaparola appeared first on Websim Action.

  
Richiedi Informazioni

Email (*)

Telefono

Messaggio

Logo Opstart Crowdfunding

Se vuoi rimanere informato sulle nostre attività, iscriviti alla nostra Newsletter

"Cliccando Conferma, dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy pubblicata al link e dichiaro altresì di prestare consenso - ex art. 7 Reg.to UE 679/2016 - al trattamento dei miei dati personali per le finalità, ivi specificate, inerenti ad attività di marketing, pubblicitarie o promozionali quali, nello specifico, l'invio di newsletter informative da parte di Opstart S.r.l."

  •   TouchMenu: la PMI innovativa che commercializza un sistema unico per raccontare i piatti di ristoranti, pizzerie e bar e attirare i clienti nel locale, in oltre 10 lingue diverse. Investi anche tu in TouchMenu! -  CAPITALE RACCOLTO:99%  
  •   Vuoi sostenere il rilancio di Rascala Boats, uno storico brand della nautica da diporto “made in Italy”? Premoney = capitale sociale, previsioni rosee in un mercato mondiale in netta ascesa. Sottoscrivi, non perdere questa occasione! -  CAPITALE RACCOLTO:21%  
  •   Opstart e Cesynt - iSKILLED lanciano la prima operazione di Crowdlisting: Dalla raccolta Equity Crowdfunding alla quotazione su Euronext -  CAPITALE RACCOLTO:214%  
  •   Vuoi raggiungere una meta speciale ma l'unico modo è usare l'auto privata? Non più grazie al bus-sharing: un’alternativa più comoda, economica, divertente e anche sostenibile. Investi in GoGoBus e rendi il nostro successo anche il tuo -  CAPITALE RACCOLTO:65%