Informazioni per un corretto Investimento in Equity Crowdfunding
Tutte le Informazioni per un corretto Investimento

Informazioni per un corretto Investimento OBBLIGHI DEL GESTORE

Opstart pubblica delle informazioni per un corretto Investimento, operando con diligenza, correttezza e trasparenza evitando che gli eventuali conflitti di interesse che potrebbero insorgere nello svolgimento dell’attività di gestione di portali incidano negativamente sugli interessi degli investitori e degli emittenti e assicurando la parità di trattamento dei destinatari delle offerte che si trovino in identiche condizioni.

Opstart si impegna a rendere disponibili agli investitori, in maniera dettagliata, corretta, chiara, non fuorviante e senza omissioni, tutte le informazioni riguardanti l’offerta che sono fornite dall’emittente affinché gli stessi possano ragionevolmente e compiutamente comprendere la natura dell’investimento, il tipo di strumenti finanziari offerti e i rischi ad essi connessi e prendere le decisioni in materia di investimenti in modo consapevole.

Opstart assicura che le informazioni fornite tramite il portale siano aggiornate, accessibili almeno per i dodici mesi successivi alla chiusura delle offerte e rese disponibili agli interessati che ne facciano richiesta per un periodo di cinque anni dalla data di chiusura dell’offerta.

Opstart assicura agli investitori diversi dagli investitori professionali il diritto di recedere dall’ordine di adesione, senza alcuna spesa, tramite comunicazione rivolta al gestore medesimo, entro sette giorni decorrenti dalla data dell’ordine al seguente indirizzo mail: recesso@opstart.it

Redatto ai sensi dell’Art. 13 Regolamento Consob delibera 18592 del 26.06.2013 e successive modifiche

 

INFORMAZIONI PER UN CORRETTO INVESTIMENTO RELATIVE ALLA GESTIONE DEL PORTALE

 Informazioni per un corretto investimento relative al Gestore

Opstart è Equity-based crowdfunding e advisory con un rigoroso e strutturato approccio per selezionare solo le startup con ROE più promettente: mettiamo a disposizione network e competenze per creare opportunità dal talento.

Informazioni per un corretto investimento relative alle attività svolte, ivi incluse le modalità di selezione delle offerte o l’eventuale affidamento di tale attività a terzi

Opstart permette a startup e PMI innovative, regolarmente iscritte all’apposita sezione speciale della camera di commercio, che necessitano di capitali per sostenere piani di crescita, di proporre le proprie iniziative imprenditoriali a potenziali investitori tramite la piattaforma www.opstart.it . Ogni Investitore, una volta compresi i rischi legati all’investimento, può decidere se investire acquisendo titoli di partecipazione all’azienda stessa, appunto Equity. Una volta raccolto il capitale richiesto, si chiude l’offerta e la funzione principale della piattaforma si esaurisce.

Dopo la raccolta dei capitali necessari allo sviluppo del progetto imprenditoriale, Opstart si propone come canale di comunicazione tra l’azienda e gli investitori. Con il servizio Report post Offerta consentiamo agli investitori di avere informazioni dettagliate, continue, trasparenti e in tempo reale consentendo di monitorare in tranquillità il proprio investimento tramite il portale visionando documenti sempre aggiornati circa l’andamento aziendale.

La piattaforma esegue un accurato processo di selezione tra le aziende che presentano il proprio progetto di sviluppo tramite l’invio del dossier alla mail info@opstart.it, ovvero compilando l’apposito form presente sul sito. Spesso, soprattutto per i progetti più interessanti, avviene un incontro tra CdA, Advisor ed Offerenti per approfondire le caratteristiche del progetto e conoscere il team che lo sta sviluppando.

Successivamente gli advisor, selezionati tra professionisti specializzati nella valutazione di startup innovative, forniscono al CdA di Opstart le proprie indicazioni che consentiranno di selezionare le proposte più interessanti e con un potenziale ROE  (return on equity) più promettente.

Successivamente viene effettuata un’accurata due diligence con particolare attenzione agli aspetti legali, al mercato di riferimento, alle competenze del team ed al carattere di innovatività del progetto. Vengono anche valutati gli aspetti di fattibilità tecnica, la coerenza dei numeri contenuti nel piano di crescita previsionale e nel piano investimenti.

Al termine della due diligence, anche con particolare riguardo alla presenza dei requisiti di onorabilità e professionalità degli esponenti aziendali, Il CdA si esprime in merito all’approvazione o meno della richiesta di pubblicazione sulla piattaforma, pianificando la campagna di offerta.

Informazioni per un corretto investimento relative alle modalità per la gestione degli ordini relativi agli strumenti finanziari offerti tramite il portale

Opstart, come ogni altro Gestore iscritto nella sezione ordinaria dei portali, non può detenere somme di denaro di pertinenza degli investitori né può eseguire direttamente gli ordini per la sottoscrizione degli strumenti finanziari offerti sul proprio portale.

Per ogni progetto viene stipulato apposito accordo, indicato nel documento d’offerta,  con  un intermediario autorizzato (banca o SIM) che si occuperà del perfezionamento degli ordini raccogliendo le somme di ogni investimento in un conto indisponibile a favore dell’Offerente.

Al termine della campagna verrà chiuso il conto indisponibile liberando le somme in base al raggiungimento o meno del traguardo: se raggiunto le somme andranno alla società, altrimenti torneranno agli investitori.

Prima della sottoscrizione di ciascun investimento, verrà effettuata la verifica di appropriatezza del livello di esperienza e conoscenza dell’investitore, necessario per comprendere le caratteristiche essenziali ed i rischi che comporta l’investimento in start up e Pmi Innovative. A tal fine il Portale OpStart si è avvalso della facoltà di effettuare direttamente tale “verifica di appropriatezza”, ai sensi dell’art. 13 comma 5 bis e sulla base delle informazioni raccolte ai sensi dell’art. 15, comma 2, lettera b) del regolamento Consob n. 18592 modificato il 24 febbraio 2016 con delibera numero 19520. (per approfondimenti verifica la normativa MiFID).

Costi a carico degli investitori 

Opstart non prevede commissioni a carico degli Investitori.

È prevista la possibilità di applicare una commissione a carico dell’ Offerente denominata “success fee” in % sul capitale raccolto e variabile a seconda dell’offerta. Tale commissione sarà corrisposta solo in caso di successo dell’offerta.

Le spese a carico degli investitori per la trasmissione degli ordini a banche ed imprese di investimento, se presenti, sono indicati nella scheda informativa relativa a ciascuna offerta.

Misure predisposte per ridurre e gestire i rischio di frode

Abbiamo segmentato le potenziali frodi nelle seguenti macro categorie:

  1. Frodi derivanti dall’utilizzo di mezzi di pagamento a distanza:
    • Per questo rischio valgono i presidi anti-intrusione messi in atto dal sistema bancario. Il perfezionamento degli investimenti avviene con bonifico bancario dal C/C dell’Investitore al C/C vincolato intestato all’Offerente. Inoltre è previsto un flusso informativo tra banca e portale che abbina ogni ordine ad ogni bonifico. Pertanto ogni flusso finanziario è perfettamente tracciato e verificato.
  2. Frodi derivanti dall’utilizzo di internet:
    • Opstart applica le più avanzate tecniche per prevenire le frodi informatiche con un sistema di criptazione delle password, sistema di riconoscimento antibot denominato captcha e un sistema di conferma di iscrizione tramite link da inviare via email. È altresì previsto un meccanismo di recupero password tramite invio mail con chiave di sicurezza personalizzata. La navigazione nell’area registrata avviene con una connessione protetta.
  3. Frodi legate al comportamento dell’emittente:
    • Il Gestore svolge una verifica dei requisiti di legge previsti per l’ammissibilità dell’offerta sul portale ed effettua dei controlli ex ante (tra cui analisi e selezione dei progetti) ed ex post (Report post Offerta) alla pubblicazione delle offerte. Nonostante tutte le verifiche effettuate ricordiamo che le informazioni fornite sono di esclusiva competenza e responsabilità dell’Offerente.

Il management dell’emittente è l’unico responsabile dell’utilizzo dei fondi raccolti. Il portale fornisce un Report post Offerta che favorisce la vigilanza a supporto dei diritti di ispezione spettanti per legge ai singoli soci. Sarà cura dei soci, dell’investitore professionale o del portale vigilare onde evitare un utilizzo improprio dei fondi raccolti.

Misure predisposte per assicurare il corretto trattamento dei dati personali e delle informazioni ricevute dagli investitori

Opstart ha predisposto degli strumenti atti a preservare la sicurezza, l’integrità e la disponibilità dei dati immagazzinati, nonché la tutela della privacy degli utenti del servizio. È stato nominato un responsabile della sicurezza informatica, raggiungibile all’indirizzo di posta elettronica sicurezza@opstart.it che si occupa costantemente della manutenzione e dell’aggiornamento della piattaforma, la cui sicurezza viene quindi continuamente monitorata. Inoltre i dati sensibili degli utenti registrati, come per esempio le password, sono salvati nel database del Gestore in maniera cifrata, al fine di garantire un livello di sicurezza ancora maggiore. Per limitare la possibilità di intrusione, il database è completamente chiuso verso l’esterno tramite firewall e controllo di IP, ed è soltanto accessibile dal server stesso (localhost) al fine di mostrare le informazioni necessarie mantenendo al contempo le limitazioni d’accesso a possibili soggetti ostili.

Il trattamento dei dati personali è finalizzato esclusivamente all’erogazione dei servizi richiesti, all’elaborazione di dati statistici sull’uso dei servizi stessi e all’invio di informazioni promozionali, ove questo sia stato esplicitamente autorizzato. I dati dei clienti di Opstart non saranno in alcun modo diffusi in rete o ceduti a terzi. In qualsiasi momento sarà possibile per il cliente richiedere la verifica, la modifica o la cancellazione dei propri dati.

Misure predisposte per gestire i conflitti di interessi

Il Gestore adotta ogni misura ragionevole per identificare presidiare e neutralizzare i conflitti di interesse che potrebbero insorgere con il cliente (Investitore od Offerente) o tra clienti (Investitori e Offerenti) al momento della prestazione di qualunque servizio.  Il Gestore in modo sistematico e per ogni singola offerta, già nella fase preventiva di approfondimento istruttorio e fino alla conclusione dell’offerta considera se a seguito della prestazione di servizi, un soggetto rilevante o un soggetto avente con il Gestore o con l’Offerente un legame di controllo, diretto o indiretto:

  • possa realizzare un guadagno finanziario o evitare una perdita finanziaria, a danno del cliente (Investitore o Offerente);
  • sia portatore di un interesse nel risultato del servizio prestato al cliente, distinto da quello del cliente medesimo (Investitore o Offerente);
  • abbia un incentivo a privilegiare gli interessi di clienti diversi da quello a cui il servizio è prestato;
  • svolga la medesima attività del cliente (Offerente o Investitore);
  • possiede una partecipazione al capitale dell’Offerente, stock options od altro patto in base al quale potrà in futuro acquistare una partecipazione nel capitale dell’Offerente;
  • ha svolto o svolge una prestazione lavorativa a favore dell’Offerente che non sia stata pagata, in tutto o in parte, al momento della presentazione dell’offerta;
  • ha ricevuto ed accettato una proposta per una prestazione lavorativa (ad eccezione della commissione da ricevere in base al buon esito dell’operazione di Equity Crowdfunding) subordinata al buon esito dell’offerta da presentare sul portale o comunque retribuita anche grazie i capitali raccolti tramite l’offerta.

Non rappresenta conflitto di interessi l’eventualità che, in un momento successivo all’inizio dell’offerta, Opstart o un soggetto per essa rilevante o ad essa correlato, collegato o collegabile; possa fornire servizi o intrattenere rapporti di carattere economico, finanziario o di interessi con l’Offerente.

Se a seguito della valutazione del potenziale conflitto di interessi si dovesse decidere di dar seguito ad una o più operazioni, le Parti procederanno a darne adeguata informativa agli investitori basandosi su principi di immediatezza e massima trasparenza informativa sia sul sito dell’Offerente che del Gestore.

Trattazione dei reclami e meccanismi per la risoluzione stragiudiziale delle controversie

È possibile inoltrare reclami tramite posta elettronica all’indirizzo reclami@opstart.it oppure tramite posta ordinaria all’indirizzo Opstart Srl Via Divisione Julia, 5 24121 BERGAMO.

L’Investitore cosiddetto Retail, ovvero diverso dagli Investitori Professionali o dagli investitori cosiddetti qualificati, avrà altresì facoltà di ricorrere all’Arbitro per le Controversie Finanziarie (ACF www.acf.consob.it), istituito presso la CONSOB, per questioni relative alla violazione degli obblighi di informazione, diligenza, correttezza e trasparenza cui sono tenuti i Gestori di portali di Equity Crowdfunding.

Foro Competente

Al di fuori dei meccanismi di risoluzione stragiudiziale sopra citati, per qualunque controversia dovesse nascere in relazione all’attività svolta da Opstart sarà competente in via esclusiva il Foro di Bergamo, fatte salve le competenze inderogabili di legge.

Redatto ai sensi dell’Art. 14 del Regolamento Consob

delibera 18592 del 26.06.2013 e successive modifiche

INFORMAZIONI PER UN CORRETTO INVESTIMENTO

RELATIVE ALL’INVESTIMENTO

IN STRUMENTI FINANZIARI START-UP & PMI INNOVATIVE

 Rischio di perdita dell’intero capitale investito

La disciplina italiana sull’Equity Crowdfunding consente di sottoscrivere solo strumenti di capitale di Startup e PMIinnovative. Si tratta di investimenti rischiosi, perché acquistando “titoli di capitale” si diventa soci  e si partecipa per intero al rischio economico che caratterizza tutte le iniziative imprenditoriali.

Poiché si tratta di società neo costituite operanti in settori innovativi, il rischio che il progetto imprenditoriale non vada a buon fine è maggiore rispetto a quello di società più mature. E’ opportuno ricordare che in questa forma di investimento è possibile perdere l’intero capitale investito.

Le raccomandazioni di OPSTART:

È opportuno investire sul portale solo somme per le quali riteniamo di poter sostenere anche una perdita totale.

È opportuno diversificare gli investimenti

È opportuno investire con obiettivo di medio lungo periodo per consentire all’investimento di maturare correttamente

È opportuno ricordare che questo tipo di investimenti dovrebbe rappresentare un percentuale limitata del portafoglio complessivo anche investito in attività più tradizionali (titoli di Stato, obbligazioni, azioni, quote di fondi comuni, prodotti finanziari assicurativi, depositi etc.).

Rischio di Illiquidità

La liquidità di uno strumento finanziario consiste in generale nella sua capacità di trasformarsi prontamente in moneta senza perdita di valore. Essa dipende in primo luogo dall’esistenza di un mercato in cui il titolo può essere trattato e dalle caratteristiche di questo mercato. In generale, a parità di altre condizioni, i titoli negoziati sui “mercati regolamentati” (ad esempio, la Borsa Italiana) sono più liquidi dei titoli non trattati su detti mercati.

I prezzi di strumenti finanziari quotati su mercati regolamentati rispecchiano il valore effettivo mentre per gli strumenti finanziari non quotati in mercati regolamentati può risultare difficoltoso comprenderne il valore effettivo e trovare un interlocutore al quale vendere. Per questo sono considerati strumenti “illiquidi”.

Le raccomandazioni di OPSTART:

È opportuno investire sul portale solo somme per le quali riteniamo di poter sostenere anche una perdita totale.

È opportuno diversificare gli investimenti

È opportuno investire con obiettivo di medio lungo periodo per consentire all’investimento di maturare correttamente

È opportuno ricordare che questo tipo di investimenti dovrebbe rappresentare un percentuale limitata del portafoglio complessivo anche investito in attività più tradizionali (titoli di Stato, obbligazioni, azioni, quote di fondi comuni, prodotti finanziari assicurativi, depositi etc.).

Divieto iniziale di distribuzione degli utili da parte delle Offerenti

Il “Decreto crescita bis” e l’ “Investment Compact” hanno posto il divieto di distribuzione di utili (per tutto il periodo in cui la società emittente possiede i requisiti di Startup e PMI innovativa, e cioè per un massimo di 5 anni dalla iscrizione nella sezione speciale del registro delle imprese). Gli eventuali utili saranno quindi reinvestiti nella società accrescendo il valore della partecipazione.

I benefici fiscali

La normativa prevede agevolazioni fiscali per gli investitori che intenderanno investire in Startup e PMI innovative. I vantaggi fiscali variano a seconda che l’investitore sia persona fisica o giuridica

Benefici fiscali per l’investimento in startup e PMI innovative.

Le persone fisiche hanno il diritto a detrarre annualmente dall’IRPEF:

il 30% di quanto investito in una o più startup o PMI innovative con un massimo detraibile pari ad Euro 1.000.000.

Il Beneficio decade qualora l’investitore liquida l’investimento prima dei tre anni.

Le persone giuridiche possono dedurre annualmente dall’IRES:

il 30% di quanto investito in una o più startup e PMI innovative con un massimo deducibile pari ad Euro 1.800.000.

Il beneficio decade qualora l’investitore liquida l’investimento prima dei tre anni. 

Le agevolazioni si applicano sia nel caso di investimenti diretti che nel caso di investimenti indiretti per il tramite di OICR o di altre società che investono prevalentemente in questa tipologia di impresa.
Le raccomandazioni di OPSTART:

Rivolgersi ai propri consulenti fiscali per una corretta quantificazione delle agevolazioni spettanti.

Le deroghe al diritto societario per le Start-up  & PMI Innovative

Esonero dall’imposta di bollo: sono esonerate dal pagamento dell’imposta di bollo dovuta per gli adempimenti relativi alle iscrizioni nel Registro delle imprese delle Camere di Commercio.

Deroghe alla disciplina societaria ordinaria: le deroghe più significative sono previste per le società costituite in forma di S.r.l., per le quali si consente: la creazione di categorie di quote dotate di particolari diritti (ad esempio, si possono prevedere categorie di quote che non attribuiscono diritti di voto o che ne attribuiscono in misura non proporzionale alla partecipazione); la possibilità di effettuare operazioni sulle proprie quote; la possibilità di emettere strumenti finanziari partecipativi; l’offerta al pubblico di quote di capitale. Molte di queste misure comportano un radicale cambiamento nella struttura finanziaria della S.r.l., avvicinandola a quella della S.p.a.

Facilitazioni nel ripianamento delle perdite: in caso di perdite sistematiche le Startup e le PMI innovative godono di un regime speciale sulla riduzione del capitale sociale, tra cui una moratoria di un anno per il ripianamento delle perdite superiori ad un terzo (il termine è posticipato al secondo esercizio successivo).

Inapplicabilità della disciplina sulle società di comodo: non sono tenute ad effettuare il test di operatività per verificare lo status di società non operativa.

Remunerazione attraverso strumenti di partecipazione al capitale: la PMI innovativa può remunerare i propri collaboratori con strumenti di partecipazione al capitale sociale (come le stock option), e i fornitori di servizi esterni attraverso schemi di work for equity. A questi strumenti fa capo un regime fiscale e contributivo di estremo favore, cioè non rientrano nel reddito imponibile ma sono soggetti soltanto alla tassazione sul capital gain.

Diritto di recesso

L’investitore può recede dall’investimento, ai sensi dell’art. 13 comma 5 del Regolamento Consob adottato con delibera n. 18592 del 26 giugno 2013, entro 7 giorni dalla data dell’ordine. Per effettuare il recesso è sufficiente inviare una mail all’indirizzo di posta elettronica recesso@opstart.it

Diritto di revoca

Ai sensi dell’art. 13 comma 5 del Regolamento Consob adottato con delibera n. 18592 del 26 giugno 2013, qualora tra il momento dell’adesione all’offerta e quello in cui la stessa si chiude definitivamente sopraggiunga un fatto nuovo o sia rilevato un errore materiale nelle informazioni relative all’offerta stessa inserite sul portale che possano influire la decisione di aderire all’investimento, l’investitore potrà esercitare il diritto di revoca dall’investimento, senza alcuna spesa aggiuntiva ed entro 7 giorni decorrenti dalla data in cui le nuove informazioni sono state portate a conoscenza dell’investitore, inviando una semplice comunicazione all’indirizzo di posta elettronica revoca@opstart.it

Investor Education – Consob

 Redatto ai sensi dell’Art. 15 del Regolamento Consob

delibera 18592 del 26.06.2013 e successive modifiche

  
Richiedi Informazioni

Email (*)

Messaggio